Bundesamt für Kommunikation (BAKOM)

BAKOM: La Commissione europea e la CEPT firmano un "Memorandum of Understanding"

Bienne (ots) - La Commissione europea e la Conferenza europea delle poste e delle telecomunicazioni (CEPT) hanno firmato oggi un "Memorandum of Understanding" allo scopo di promuovere una collaborazione costruttiva nei settori di comune interesse. Sono in particolare previste attività congiunte per promuovere tra i cittadini europei le nuove tecnologie senza filo e i relativi prodotti. Molte politiche comuni europee dipendono notevolmente dall'armonizzazione dello spettro radio. L'utilizzazione di frequenze radio in base a criteri comuni in tutta l'Ue può favorire lo sviluppo di svariati tipi di applicazioni innovative senza filo come la telefonia mobile, i sistemi satellitari di posizionamento globale, i microfoni per audiolesi o i radar anti-collisione. Scopo del Memorandum è sostenere le attività in corso nei settori in cui la CEPT1 è stata incaricata dalla Commissione di occuparsi dei preparativi per armonizzare l'utilizzo dello spettro radio in Europa, inclusi i casi contemplati nella Direttiva riguardante le apparecchiature radio e le apparecchiature terminali di telecomunicazione2. La collaborazione tra la Commissione e la CEPT nell'ambito dell'armonizzazione dello spettro è un fattore chiave per lo sviluppo delle nuove tecnologie senza filo e dei relativi prodotti, da cui in ultima analisi traggono beneficio tutti gli ambienti interessati. Se questa collaborazione dovesse risultare proficua per entrambe, essa potrebbe essere estesa ad altri settori, quali la numerazione, la nominazione e l'indirizzamento. Il Commissario europeo responsabile delle imprese e della Società dell'informazione Erkki Liikanen, il cui settore di competenze comprende la politica sullo spettro delle frequenze, ha affermato: "La Commissione dà molta importanza alle buone relazioni che intrattiene con la CEPT. Il 1° maggio 2004, con l'allargamento dell'Unione europea, più della metà dei membri della CEPT farà anche parte dell'Ue. Il Memorandum conferma la nostra volontà di collaborare alla modernizzazione dell'ordinamento europeo nelle nostre rispettive sfere di competenza, affinché tutti cittadini europei possano trarne beneficio." Marc Furrer, Presidente della CEPT ha affermato: "La firma di questo Memorandum rafforza la complementarità tra la Commissione e la CEPT nel settore delle radiocomunicazioni, delle telecomunicazioni e della televisione digitale. Conferma la lunga e fruttuosa collaborazione tra i due partner, come già sottolineato quando l'Europa ha ottenuto delle frequenze a livello mondiale per lo standard della terza generazione di comunicazione senza filo IMT- 2000. Evidenzia inoltre il ruolo di spicco della CEPT nello sviluppo di un contesto favorevole all'industria nei suoi 46 Paesi membri." Osservazioni: Attualmente la CEPT, la Conferenza europea delle poste e delle telecomunicazioni, è composta di 46 membri, inclusi tutti gli Stati membri dell'Ue, quelli in procinto di entrare a farvi parte, quelli che hanno fatto richiesta di adesione e tutti gli Stati dello SEE. Fino al 30 settembre 2004 è presieduta dalla Svizzera e il suo Presidente è Marc Furrer, Direttore dell'Ufficio federale delle comunicazioni (UFCOM). Cfr. anche http://www.cept.org e http://www.ufcom.ch. Il Memorandum precisa che la Commissione e la CEPT si scambieranno informazioni, individueranno punti comuni e parteciperanno a tutte le importanti riunioni organizzate da entrambe, come già accade nel settore dello spettro radio, in cui la Commissione consiglia la CEPT e partecipa ai preparativi europei per la conferenze mondiali sulle radiocomunicazioni dell'UIT patrocinata dalla CEPT, allo scopo di raggiungere gli obiettivi della politica comunitaria. La CEPT, osservatore permanente in seno al Radio Spectrum Policy Group (RSPG) (organo di consulenza di alto livello della Commissione), partecipa a vari comitati comunitari. UFCOM Ufficio federale delle comunicazioni Servizio stampa Informazioni: Dirk-Olivier von der Emden Segretario CEPT + 41 79 593 68 86

Ces informations peuvent également vous intéresser: