Bundesamt für Kommunikation (BAKOM)

BAKOM: Una rete per colmare il divario digitale in Svizzera

Bienne (ots) - 04.08.03 - Sulla scia del "Cavaliere della comunicazione", il concorso volto a colmare il divario digitale in Svizzera, è stata costituita una rete il cui scopo è permettere a tutte le cerchie della popolazione di accedere ai mezzi d'informazione e di comunicazione digitali. Personalità del mondo politico, economico e scientifico hanno assunto il compito di sensibilizzare la popolazione sulla problematica del divario digitale in Svizzera, di indicare le possibili soluzioni per colmarlo e di sostenere l'attuazione di queste ultime. Il concorso "Cavaliere della comunicazione" viene indetto ogni anno dall'Ufficio federale delle comunicazioni (UFCOM) e dall'Ufficio federale della cultura (UFC), sotto il patrocinio del consigliere federale Moritz Leuenberger. Le statistiche mostrano che il 45% ca. degli abitanti della Svizzera con più di 14 anni utilizza regolarmente Internet. Tuttavia, tra le persone con un basso livello di formazione, quelle con un reddito mensile che non supera i 4000.- franchi o le persone con più di 50 anni, il numero degli internauti rimane molto al di sotto di questa media. In queste cerchie della popolazione l'utilizzo del computer e di Internet rimane infatti un'eccezione. Come già indicato nel 1998 dal Consiglio federale nella sua "Strategia per una società dell'informazione in Svizzera", l'accesso di tutti gli svizzeri alle nuove tecnologie dell'informazione e della comunicazione è il presupposto per un'equa società dell'informazione. Allo scopo di sostenere questi propositi è stata costituita la rete "Cavaliere della comunicazione". La rete "Cavaliere della comunicazione" ha il compito di sensibilizzare la popolazione sulla problematica del divario digitale in Svizzera, indicare possibili soluzioni per colmarlo e fornire anche un sostegno concreto. Lo scambio di conoscenze e di informazioni tra i membri dovrebbe contribuire ad intensificare le misure volte a contrastare il problema. Tra i membri fondatori della rete troviamo in particolare personalità del mondo politico, economico e scientifico tra cui ad esempio la consigliera nazionale Chiara Simoneschi Cortesi (PPD), il professore sangallese Dr. Peter Glotz, il presidente della ComCom Fulvio Caccia, il consigliere agli Stati Dr. Hans Fünfschilling (BL) e André Schläfli, direttore della Federazione svizzera per l'educazione degli adulti FSEA (cfr. lista dei membri in allegato). Per maggiori informazioni consultare il sito www.comknight.ch oppure scrivere all'indirizzo "Cavaliere della comunicazione", Ufficio federale delle comunicazioni, Rue de l'Avenir 44, 2501 Biel-Bienne. UFCOM - Ufficio federale delle comunicazioni Servizio stampa Informazioni: Sabine Brenner Servizio di coordinamento Società dell'informazione UFCOM +41 32 327 58 79 Rete Cavaliere della comunicazione / Lista dei membri: Bremer Gerhard, Computerias, Mention spécial "Ritter der Kommunikation 2002" Brenner Sabine, BAKOM, Sektion Recht und Informationsgesellschaft Caccia Fulvio, Präsident ComCom Chenaux Christine, Bundesamt für Kultur, Sektion Kultur und Gesellschaft Conrad Fredy, Ondemedia, Gewinner "Ritter der Kommunikation 2002" Courtine Mudry Ariane, Gewinnerin "Ritter der Kommunikation 2001" Fankhauser Angeline, alt Nationalrätin Dr. Fünfschilling Hans, Ständerat BL, "Web für alle" Prof. Dr. Glotz Peter, Universität St. Gallen, Institut für Medien- und Kommunikationsmanagement Huber Maja, Bundesamt für Statistik Jubin Marie, Redaktorin Basler Zeitung, BAZ online Kielholz Annette, Swiss Re Knowledge Management Kleeb Beat, Procom Stiftung Kommunikationshilfen für Hörgeschädigte Lack Patrick, Lucky Lack GmbH Landwehr Dominik, Migros-Kulturprozent Ludwig Wolf, Gewerkschaft comedia, Sektor Elektronische Medien Marti Arlette, Schweizerischer Katholischer Frauenbund Ramsauer Matthias, Bundesamt für Kommunikation, Sektion Recht und Informationsgesellschaft Ribaudo Giuseppe, Pro Migrante, Gewinner "Ritter der Kommunikation 2002" Schläfli André, Direktor SVEB / FSEA Schneider Arnold, Zugang für alle, Schweiz. Stiftung zur behindertengerechten Technologienutzung Sieber Maja, Microsoft AG Simoneschi Cortesi Chiara, Tessiner CVP-Nationalrätin Stückelberger Astrid, Université de Genève, Gründerin Geneva International Network on Ageing Tobler Beatrice, Museum für Kommunikation Bern, Kuratorin für Neue Medien Virginie Carniel, swissinfo/Swiss von Siebenthal Christoph, Jugendpresse

Ces informations peuvent également vous intéresser: