Eidg. Justiz und Polizei Departement (EJPD)

EJPD: La riveduta Parte generale del CP entrerà in vigore al più presto il 1°gennaio 2007 Impegnativi lavori d’attuazione nei Cantoni - Necessarie ulteriori modifiche

Berna (ots) - 04.03.2005. Il DFGP e la CDCGP hanno convenuto che la nuova Parte generale del Codice penale svizzero – la cui entrata in vigore era prevista per il 1°gennaio 2006 – non entrerà in vigore prima del 1° gennaio 2007. I motivi di questo rinvio sono principalmente due: il Codice penale necessita di ulteriori modifiche e i lavori d’attuazione nei Cantoni si sono rivelati più impegnativi del previsto. Il consigliere federale Christoph Blocher, capo del Dipartimento federale di giustizia e polizia (DFGP), ha deciso, d’intesa con il presidente della Conferenza dei direttori cantonali di giustizia e polizia (CDCGP), il consigliere di Stato Markus Notter, di proporre al Consiglio federale di fissare al più presto al 1°gennaio 2007 l’entrata in vigore della riveduta Parte generale del Codice penale svizzero (PG-CP). Alla base di questa decisione vi sono diversi motivi. Necessarie ulteriori modifiche All’inizio del 2004 i Cantoni, la Conferenza delle autorità inquirenti svizzere, la Conferenza dei procuratori pubblici, i direttori dei penitenziari e la Società svizzera di diritto penale avevano segnalato al DFGP che la nuova PG-CP presentava importanti lacune che compromettevano una lotta efficace contro la criminalità. Avevano quindi chiesto di apportare modifiche in tre ambiti centrali: per quanto riguarda il sistema delle sanzioni, le modifiche concernono l’irrogazione delle pene con sospensione condizionale (pena pecuniaria con sospensione condizionale e irrogazione con sospensione condizionale del lavoro di pubblica utilità), le condizioni per l’internamento (catalogo dei motivi d’internamento) e l’abrogazione dell’espulsione quale sanzione penale; per quanto riguarda l’esecuzione delle pene e delle misure, sono richieste precisazioni negli ambiti dei permessi di libera uscita, della retribuzione e del diritto disciplinare; per quanto riguarda il casellario giudiziale, si rendono necessarie aggiunte a livello legale circa l’accesso delle autorità e la cancellazione di iscrizioni. Il DFGP ha esaminato queste richieste e ha deciso di presentare al Parlamento un messaggio con le singole modifiche urgenti, quindi ancor prima dell’entrata in vigore della nuova PG-CP. Lavori d’attuazione onerosi I lavori d’attuazione nei Cantoni, segnatamente l’adeguamento della loro legislazione e la riorganizzazione delle autorità (spostamenti, reclutamento e formazione del personale), si sono rivelati più impegnativi del previsto. I Cantoni ritengono impossibile che questi lavori possano concludersi entro il 1° gennaio 2006. Due progetti Riguardo al seguito della procedura, entro l’estate il DFGP intende sottoporre al Consiglio federale un messaggio concernente le modifiche della PG-CP, comprendente le modifiche summenzionate, e i risultati della consultazione riguardante l’attuazione dell’iniziativa sull’internamento a vita. Nel corso della primavera del 2006 il Consiglio federale fisserà la data dell’entrata in vigore della PG-CP, tenendo conto dello stato di avanzamento dei lavori di Parlamento e Cantoni. Per ulteriori informazioni: Bernardo Stadelmann, vicedirettore dell’Ufficio federale di giustizia, 079 777 52 35

Ces informations peuvent également vous intéresser: