Eidg. Justiz und Polizei Departement (EJPD)

EJPD: Il consigliere federale Christoph Blocher incontra i suoi omologhi austriaci

      Vienna/Berna (ots), 17.05.2004. Il capo del Dipartimento
federale di giustizia e polizia, il consigliere federale Christoph
Blocher, ha incontrato a Vienna i suoi omologhi austriaci Ernst
Strasser (interno) e Dieter Böhmdorfer (giustizia). La visita
ufficiale del capo del DFGP si è svolta in un clima franco e
cordiale. I ministri hanno sottolineato la stretta collaborazione
tra i due Paesi, rilevando una sintonia di principio in merito alle
tematiche discusse.

    Il consigliere federale Blocher e il ministro di giustizia austriaco Böhmdorfer hanno discusso, tra gli altri temi, l’espiazione della pena all’estero da parte di detenuti stranieri. Il ministro Böhmdorfer ha informato il consigliere federale Blocher sulla collaborazione tra l’Austria e la Romania e sui relativi progetti. L’obiettivo di tali progetti è quello di conseguire risparmi e di produrre un effetto deterrente. Anche in Svizzera vi sono iniziative in tal senso.

    Un altro tema discusso è stata la riforma della giustizia. La revisione della procedura penale è d’attualità in entrambi i Paesi; in parte le discussioni concernono gli stessi aspetti cruciali. I ministri hanno trattato l’andamento della revisione ribadendone la necessità. L’unificazione della procedura civile permetterà alla Svizzera di ottenere procedimenti più efficienti e di rispondere meglio alle esigenze dell’economia, dei consumatori e della giustizia, senza tuttavia intaccare la tradizione federalista.

    È stata inoltre discussa la responsabilità penale delle imprese. Il consigliere federale Blocher ha illustrato la situazione legale in Svizzera, dove le pertinenti disposizioni penali sono entrate in vigore pochi mesi fa. Il consigliere federale Blocher ha inoltre spiegato al suo omologo austriaco gli obiettivi dell’iniziativa sull’internamento a vita e lo stato della sua attuazione.

    Al centro dell’incontro con il ministro dell’interno Strasser vi erano questioni relative alla collaborazione bilaterale in materia di polizia, alla lotta contro il terrorismo, all’allargamento dell’UE ad Est nonché altre questioni legate all’UE. I due ministri hanno sottolineato la buona e collaudata collaborazione tra i due Paesi; l’accordo bilaterale di polizia consente già oggi di avere un intenso scambio fra i due Stati. I due ministri hanno discusso anche dei preparativi per i campionati europei di calcio EURO 2008, che procedono secondo i piani.

    Il consigliere federale Blocher ha accennato alla questione delle frontiere esterne di Schengen. Entrambi i ministri erano concordi nell’affermare che è necessaria una stretta collaborazione; quest’ultima va approfondita ulteriormente tra Svizzera e Austria, segnatamente nell’ambito dello scambio dei dati. Il ministro dell’interno austriaco ha inoltre illustrato le esperienze fatte finora e le attese dell’Austria in merito all’allargamento dell’UE ad Est.

    I due ministri hanno trattato anche la questione dell’inserimento dei dati biometrici nei passaporti nonché le misure nei due Stati volte a soddisfare le nuove esigenze in termini di sicurezza tutelando nel contempo gli interessi legittimi dei cittadini.

    Anche con il ministro dell’interno il capo del DFGP ha discusso di questioni legate al terrorismo. Il consigliere federale Blocher ha affermato che, dopo gli attentati di Madrid, la situazione in materia di sicurezza in Svizzera non è fondamentalmente mutata. La Svizzera prende però sul serio la lotta contro il terrorismo e il suo finanziamento. Il consigliere federale Blocher ha inoltre dichiarato che la Svizzera è interessata alla continuazione della pluriennale collaborazione tra i capi dei servizi d’informazione e di sicurezza internazionali (Club de Berne).

    Altre informazioni:

Livio Zanolari, Servizio d’informazione DFGP, tel. 079 206 20 72



Plus de communiques: Eidg. Justiz und Polizei Departement (EJPD)

Ces informations peuvent également vous intéresser: