Eidg. Justiz und Polizei Departement (EJPD)

EJPD: La violenza ai danni del coniuge o del convivente sarà perseguita d’ufficio Il Consiglio federale mette in vigore la modifica di legge il 1° aprile 2004

      Berna (ots) - 11.03.2004. In avvenire i reati commessi nell’ambito
domestico saranno perseguibili d’ufficio invece che a querela di
parte. Il Consiglio federale ha deciso di mettere in vigore il 1°
aprile 2004 la relativa modifica del Codice penale.

    In futuro la violenza fisica e sessuale nei confronti del coniuge o del partner etero o omosessuale non sarà più tollerata come una questione di poco conto o una faccenda privata, ma verrà perseguita d’ufficio. La modifica del Codice penale ha per effetto di elevare a rango di reato perseguibile d’ufficio anche la coazione sessuale e la violenza carnale commesse all’interno del matrimonio. Questo vale anche per le lesioni corporali semplici, le vie di fatto e le minacce reiterate perpetrate dal coniuge o dal partner etero o omosessuale.

    In tali casi tuttavia, come del resto avviene già oggi per la coazione che è perseguibile d’ufficio, il procedimento può essere sospeso provvisoriamente su richiesta della vittima. La decisione di sospendere o di proseguire il procedimento spetta tuttavia all’autorità competente e non alla vittima. In tal modo la vittima è protetta da eventuali tentativi di intimidazione da parte dell’autore. Se in caso di sospensione provvisoria la vittima revoca il proprio consenso entro sei mesi, il procedimento viene immediatamente riaperto. L’introduzione della qualifica di reati perseguibili d’ufficio, combinata alla possibilità della vittima di chiedere la sospensione del procedimento, offre ai Cantoni un importante strumento ausiliario per lottare efficacemente contro la violenza in ambito domestico.

Altre informazioni: André Riedo, Ufficio federale di giustizia, tel. 031 322 41 03



Plus de communiques: Eidg. Justiz und Polizei Departement (EJPD)

Ces informations peuvent également vous intéresser: