Eidg. Justiz und Polizei Departement (EJPD)

EJPD: Revisione totale della sorveglianza degli assicuratori Il nuovo diritto sulle assicurazioni diviene più semplice e più attento al consumatore.

      Berna (ots) - 09.05.2003. Grazie a una sorveglianza mirata della
stabilità a lungo termine delle società assicurative, in futuro gli
assicurati saranno meglio tutelati. Per poter tener conto delle
condizioni quadro presenti in un mercato liberalizzato a livello
internazionale, il Consiglio federale nella sua seduta odierna ha
licenziato il messaggio concernente la revisione della legge sulla
sorveglianza degli assicuratori (LSA) e la revisione parziale della
legge federale sul contratto d'assicurazione (LCA). Gli obiettivi
principali di tali revisioni legislative sono la sicurezza e la
fiducia degli assicurati.

    L'attuale diritto in materia di sorveglianza non è chiaro, la ripartizione della materia in cinque leggi federali e in diverse ordinanze comporta incertezze giuridiche. Il diritto vigente è impreciso e non più adatto al mercato attuale. Per l'attuazione di una sorveglianza maggiormente orientata ai rischi e al mercato, e per la concretizzazione di una nuova e dinamica filosofia in materia di controllo, si è resa necessaria una revisione generale e un riorientamento parziale della materia.

Sicurezza e fiducia

    La revisione pone l'accento sulla sicurezza, sulla gestione dei rischi e sul potenziamento del governo d'impresa. Pertanto, per la definizione e il calcolo del necessario margine di solvibilità di una compagnia d'assicurazione, l'avamprogetto non prevede, come finora, di tenere conto soltanto del fatturato, bensì anche di tutti i rischi corsi da una compagnia d'assicurazione. In tale modo la legge anticipa gli sviluppi all'interno dell'UE e crea la possibilità di considerare in via supplementare anche i criteri di solvibilità di altri sistemi giuridici. Sono inoltre definiti strumenti di controllo nei settori del governo d'impresa, della trasparenza e della protezione dei consumatori.

Sanzioni adeguate

    Nel nuovo diritto della sorveglianza è inoltre prevista una vasta serie di misure che permettono di punire le infrazioni mediante sanzioni adeguate. Il tetto massimo delle multe è così innalzato a 100'000 franchi per le contravvenzioni e a un milione di franchi per i delitti. Negli ultimi anni una maggiore attenzione è stata rivolta ai flussi finanziari all'interno dei grandi gruppi. Occorre tenere conto di questo sviluppo soprattutto considerando l'aumento dell'attività all'estero degli assicuratori svizzeri. Poiché non vi sono regole definite sul controllo delle fusioni di società (gruppi assicurativi e conglomerati finanziari), occorre inserire nella nuova legge nuove disposizioni in tal senso. Vi saranno ripercussioni anche sulle disposizioni concernenti la reputazione di cui devono godere i responsabili di assicurazioni e sulla formazione che devono aver seguito. Saranno disciplinati in modo chiaro i poteri dell'autorità di sorveglianza, qualora i responsabili di una società assicurativa non soddisfino tali requisiti.

Ulteriori novità


      Intermediari assicurativi: si prevede di porre sotto
controllo anche gli intermediari assicurativi nonché di creare un
registro pubblico: l'iscrizione in questo registro è obbligatoria
per tutti gli intermediari che non dipendono da un assicuratore
(agenti) e prevede diversi requisiti per la qualifica specifica.
Attuari: al fine di potenziare il governo d'impresa, ogni
società d'assicurazione sarà tenuta per legge a designare un
attuario responsabile, in qualità di "coscienza interna". Tale
misura permetterà di rafforzare il sistema interno di "checks &
balances". L'autorità di sorveglianza emanerà disposizioni più
precise concernenti i compiti dell'attuario.

Revisione parziale della LCA

    Parallelamente alla revisione totale del diritto sulla sorveglianza degli assicuratori vi sarà una revisione parziale del diritto in materia di contratti assicurativi. Le novità più importanti: è istituito l'obbligo per gli assicuratori di informare in modo esauriente l'assicurato, prima della conclusione del contratto, in merito al contenuto essenziale dello stesso. Tali informazioni devono riguardare non solo le conseguenze della violazione degli obblighi contrattuali e precontrattuali e la risoluzione anticipata del contratto, bensì anche la concretizzazione delle basi di calcolo e le modalità di partecipazione agli utili nonché dei valori di trasformazione e di riscatto. Con la revisione tale obbligo sarà espressamente stabilito dalla legge;  inoltre, le conseguenze di una reticenza da parte degli assicurati devono essere attenuate. Secondo il diritto vigente, l'assicuratore può risolvere retroattivamente il contratto con l'assicurato, se scopre che questi gli ha taciuto fatti rilevanti. La revisione prevede che l'assicuratore venga liberato dall'obbligo di fornire la prestazione solo quando sussiste una relazione causale tra il fatto rilevante taciuto e il danno subito;  il principio dell'indivisibilità dei premi viene abrogato: in caso di risoluzione del contratto assicurativo prima della scadenza annuale dell'assicurazione vale ora il principio della divisibilità dei premi, ossia del rimborso proporzionale dei premi «non utilizzati».

Altre informazioni: Olivier Salamin, Ufficio federale delle assicurazioni private, tel. 031 / 322 70 43



Plus de communiques: Eidg. Justiz und Polizei Departement (EJPD)

Ces informations peuvent également vous intéresser: