Eidg. Justiz und Polizei Departement (EJPD)

Per i minori il nuovo passaporto e la carta d'identità costeranno meno In futuro non sarà più possibile l'iscrizione di bambini

Berna (ots) - 20.09.2002. Per bambini e ragazzi i nuovi documenti d'identità, che saranno rilasciati dall'inizio del 2003, costeranno meno di quanto previsto originariamente. La riduzione è possibile perché in futuro i dati personali saranno forniti direttamente dai Cantoni. Per diversi motivi non sarà più possibile iscrivere i bambini nel passaporto dei genitori. Il Consiglio federale ha approvato mercoledì la nuova ordinanza sui documenti d'identità, risolvendo nel contempo di porre in vigore le necessarie basi legali a partire da inizio ottobre. Gli emolumenti, sui quali si è discusso molto, hanno potuto essere ulteriormente ridotti a favore dei minori: per il nuovo passaporto, in futuro bambini e ragazzi pagheranno 55 franchi invece dei previsti 60. Per gli adulti, il nuovo documento di viaggio costerà come previsto 120 franchi. Per quanto riguarda la carta d'identità, gli emolumenti proposti in sede di consultazione sono stati ridotti di cinque franchi sia per gli adulti che per i giovani. La carta d'identità per bambini e giovani costerà quindi 30 franchi, quella per adulti 65 franchi. I cittadini potranno usufruire anche dell'offerta combinata di passaporto e carta d'identità: l'emolumento ammonta in tal caso a 63 franchi per bambini e giovani e a 128 per gli adulti. È stato possibile operare tali riduzioni poiché in futuro non sarà più la ditta produttrice del documento d'identità a dover raccogliere i dati personali, in quanto saranno i Cantoni a fornirglieli. L'eliminazione di tale tappa della procedura di rilascio ha permesso di ridurre i costi di produzione e di rinegoziare il contratto con le ditte produttrici. Una persona - un documento d'identità Finora i genitori potevano iscrivere i figli nel proprio passaporto ad un prezzo che, a seconda dei Cantoni, arrivava fino a 25 franchi. Fino al 31 dicembre si potrà ancora usufruire di questa possibilità, ma in futuro ciò non sarà più possibile per i seguenti motivi: il passaporto, come la carta d'identità, deve essere leggibile elettronicamente; dal punto di vista tecnico, in una riga leggibile elettronicamente può tuttavia essere registrata una sola persona; le differenti durate di validità porterebbero a delle discrepanze. Il nuovo passaporto per adulti è infatti valido dieci anni, quello per bambini e giovani nell'età dello sviluppo soltanto cinque anni; la famiglia moderna viaggia molto: bambini e giovani spesso si recano in Paesi lontani senza i genitori oppure soggiornano a lungo all'estero; la tendenza internazionale è di rilasciare un documento a ogni persona. L'Organizzazione dell'aviazione civile internazionale (OACI) intende adottare nelle sue raccomandazioni questa regola, del resto già prevista dall'INTERPOL; i rapimenti internazionali di minori da parte di un genitore sono più difficili da impedire se il nome del bambino è iscritto nel passaporto dei genitori. In ragione della loro notevole mobilità, già oggi molti bambini e ragazzi sono in possesso di un passaporto personale. Esso finora costava tra 50 e 86 franchi, cifra cui si aggiungeva l'emolumento comunale. Inoltre, in molti Paesi oggi si può viaggiare con la carta d'identità, la quale è più conveniente. Non sono possibili tariffe per famiglie Poiché l'iscrizione multipla non sarà più possibile, i responsabili del progetto hanno discusso l'introduzione di tariffe per famiglie; dopo un esame approfondito, tale proposta è stata tuttavia respinta. L'attuale sistema si basa sui dati di produzione statistici di passaporto e carta d'identità. L'istituzione di un sistema di tariffe per famiglie richiederebbe accertamenti demografici specifici, poiché i dati dell'ultimo censimento popolare si riferiscono soltanto alle "economie domestiche". Inoltre, dato che la registrazione dei dati è molto onerosa, l'elaborazione per famiglie sarebbe difficilmente attuabile dal punto di vista tecnico ed economicamente irrealizzabile. La riduzione già praticata sugli emolumenti per la carta d'identità per bambini ha del resto dato buoni risultati. Per contro, molte autorità federali tendono sempre più a rinunciare a tariffe per famiglie, preferendo a queste ultime gli emolumenti singoli. Gli emolumenti devono coprire i costi Il prezzo del passaporto corrisponde ai costi sostenuti da Confederazione, Cantoni e Comuni. Nel caso del passaporto, la chiave di ripartizione prevede che il 29 percento degli emolumenti vada alla Confederazione e il 71 percento ai Cantoni e ai Comuni. Poiché gli emolumenti singoli devono coprire i costi, i Cantoni non possono più trarne un utile, e per la stessa ragione i documenti d'identità non possono essere rilasciati gratuitamente. Il passaggio dal vecchio al nuovo sistema di documenti d'identità avverrà il 1° gennaio 2003. A partire da tale data saranno rilasciati il nuovo passaporto e la carta d'identità rielaborata. In futuro i cittadini potranno richiedere entrambi i documenti semplicemente recandosi presso l'autorità di rilascio del proprio comune di domicilio. Essi riceveranno a casa per posta il documento al più tardi dopo 15 giorni lavorativi. Ulteriori informazioni: Benno Nager, responsabile del progetto Documenti d'identità, Ufficio federale di polizia, tel. 031 323 75 90 La homepage dell'Ufficio federale di polizia (www.fedpol.ch; rubrica "temi/documenti d'identità", voce "fact sheet emolumenti"), fornisce risposte esaurienti alle domande sugli emolumenti dei nuovi documenti d'identità. All'indirizzo summenzionato sono reperibili anche i risultati della procedura di consultazione.

Ces informations peuvent également vous intéresser: